preload

Deriva tipo H

Stoccaggio d'idrogeno per barche a vela

Il primo prototipo della Deriva di tipo H, é stato dimensionato per una barca a vela di tipo MINI 650 e le esigenze energetiche richieste per la traversata dell’Oceano Atlantico, l’impresa che ogni due anni vede barche di serie e prototipi gareggiare nella famosa Mini Transat, uno dei palcoscenici più importanti non solo per gli skipper ma anche per le innovazioni nel campo della vela.

La deriva tipo H rappresenta il più avanzato sistema di stoccaggio di energia proposto attualmente da H2Boat. La sua progettazione ha richiesto uno studio approfondito dell’applicazione (barca classe MINI 650), il dimensionamento dei componenti Fuel Cell e Idruri Metallici, ma sopratutto l’integrazione di quest’ultimi all’interno di una deriva a T con bulbo in grado di immagazzinare circa 7 kWh di energia sotto forma di idrogeno a bassa pressione, sfruttabile attraverso una Fuel Cell da 300 W.

Il progetto é stato focalizzato sull’aspetto energetico del sistema, allo scopo di verificare il buon funzionamento di tutti i componenti per il primo prototipo di questo tipo. Per questo motivo é stato scelto di semplificare le forme del bulbo e del profilo di deriva mantenendo l’altezza del progetto originale (di Skyronlab design) a cui é stato fatto riferimento senza massimizzare le dimensioni al limite dei regolamenti MINI 650.

Il prototipo 2 sarà testato a bordo della barca LOOP 650, dell’omonimo progetto innovativo ideato e guidato da GS4C con l’obiettivo di rendere la vela riciclabile al 100%. Per questo motivo, seguendo la filosofia del progetto, la deriva é stata costruita in acciaio e fibra di basalto, il materiale riciclabile con cui é costruito lo scafo della barca.